Questo sito web utilizza i cookies per gestire l'autenticazione, la navigazione, e altre funzioni.

Utilizzando il nostro sito, l'utente accetta che possiamo mettere questi tipi di cookies sul vostro dispositivo

 Storia
Get Adobe Flash player

La storia della nostra parrocchia

IN FASE DI ALLESTIMENTO

a cura di Claudio Gallini

La prima testimonianza della cristianità a Groppallo la troviamo a poca distanza dal centro abitato, in località Selva di sotto dove resiste ancora una torre a pianta quadrata risalente al IV secolo, riconducibile al campanile dell'antica parrocchia di Groppallo devota a sant'Antonino.

 

(la torre di S. Antonino presso Selva di sotto, foto di Claudio Gallini)

 

Attorno al XV secolo, a seguito di atroci avvenimenti, la parrocchia fu trasferita da Selva sulla cima del monte Castellaro, con il cambio di devozione alla B.V. Assunta. 

 

 (la chiesa di Groppallo, sul monte Castellaro nel 1912 durante la ricostruzione voluta da don Pietro Gorra)

 

La costruzione del campanile fu iniziata invece  nel 1834 da Don Gregorio Camia, ma i lavori furono completati soltanto da Don Luigi Galli nel 1857 con l’acquisto delle campane, mentre negli anni '30 del secolo scorso, don Vittorio Zanelli innalzò il campanile a 32m esattamente come lo troviamo oggi.

Nel 1894 don Pietro Gorra fu nominato ufficialmente parroco di Groppallo, uomo con forte spirito d'iniziativa che volle una chiesa più grande, capace di ospitare una comunità che nel tempo si era notevolmente allargata.

Iniziarono così i lavori di rifacimento che terminarono ufficialmente con l'arrivo a Groppallo di don Antonio Cavaciuti che, nel 1966 inaugurò ufficialmente il sogno voluto quasi settantanni prima da don Pietro.

 

 (la chiesa dell'Assunta nel 1965)

 

  (Barsi con la chiesa a Gropallo, nel 1973)

 

(la chiesa dell'Assunta oggi, foto di Claudio Gallini)

 

IN FASE DI ALLESTIMENTO

 

FONTE: Gli oratori di Groppallo, Edizioni LIR, Piacenza, 2013.